Nuovo ciclo di Cineforum: DONNE E CULTURE

Pronto un nuovo ciclo di cineforum organizzato in collaborazione con l’Associazione OttoeMezzo:

DonneCulture-01

Ciclo: “DONNE E CULTURE”

“L’evoluzione del ruolo e dello status della donna ha mutato profondamente la società occidentale nella sua struttura più profonda ed essenziale, ma com’è considerato il ruolo della donna nelle altre culture? Cosa accade nel resto del mondo?
Un percorso antropologico che tenta di di focalizzare l’attenzione su aspetti culturali e sociali che colpiscono l’intera sfera quotidiana: il matrimonio, le relazioni interpersonali, l’istruzione, il mondo lavorativo, lo stato, la religione e la politica.
Un confronto che cerchi di mettere in luce diversità ed uguaglianze, che faccia riflettere sul concetto di genere e su quanto siano ancora radicati convinzioni e stereotipi culturali.”

LISTA DEI FILM:

◆ MUSTANG di Deniz Gamze Ergüven ◆
Piccola città del Mar Nero, Turchia: tra attestati di verginità, vestiti che mortificano l’aspetto, corsi di cucina per mogli premurose e nozze combinate, cinque sorelle adolescenti pagano lo scotto per un comportamento giudicato immorale.
Sembra impossibile che una storia simile sia ambientata nella Turchia contemporanea,eppure poco lontano dalla cosmopolita Istambul sono ancora i precetti di matrice arcaica e tradizionalista a regolare i concetti di morale e pudore.
Così la casa in cui vivono con la famiglia viene trasformata in prigione, i corsi di economia domestica prendono il posto dell’istruzione scolatica e cominciano ad essere combinati i matrimoni. Le cinque sorelle però, animate dallo stesso desiderio di libertà, come i cavalli selvaggi (mustang) di cui il titolo, si sottrarranno alle costrizioni loro imposte.

◆ WATER il coraggio di amare di Deepa Mehta◆
Chuya appena otto anni rimane vedova di un marito mai conosciuto, e senza rendersi conto di essere stata sposata gioca mentre trasportano il marito verso la cremazione.
Per la legge Manu deve essere allontanata dalla sua gente dalla sua casa spogliata dei suoi abiti e rasata a zero perchè da ora in poi la sua vita sarà solo espiazione per la colpa di essere vedova. Abbandonata dalla madre in un ricovero per vedove porterà tutta la freschezza dei suoi pochi anni e conoscerà la bruttezza dell’essere vedova ai bordi di una società chiusa tra miserie morali e tradizioni millenarie che altro non nascondono che fame e miseria.

◆ NON UNO DI MENO di Zhang Yimou ◆
Il maestro Gao della scola elementare Shuiquan deve assentarsi per un mese per assistere la madre malata. Il sindaco del villaggio, per sostituirlo, sceglie la tredicenne Wei Minzhi. Gao a quel punto protesta con il sindaco perchè una ragazza così giovane non può insegnare nulla ad alunni poco più piccoli di lei, ma purtroppo nella zona è impossibile trovare qualcuno che lo sostituisca, e la ragazza, secondo il sindaco, dovrà solo tenere d’occhio i bambini. Gao ammonisce Wei Minzhi: nessun allievo si deve ritirare da scuola durante la sua assenza, e se riuscirà nel suo intento la darà un premio di dieci yuan. Quando una mattina Zhang Huike, un ragazzino intelligente e dispettoso non si presenta a scuola la ragazza parte per la città nel tentativo di trovare il bambino e riportarlo a casa.

◆ COME PIETRA PAZIENTE di Atiq Rahimi ◆
Ai piedi delle montagne attorno a Kabul, una giovane moglie accudisce il marito, eroe di guerra, in coma. La guerra fratricida lacera la città, i combattenti sono alla loro porta. Costretta all’amore da un giovane soldato, contro ogni aspettativa la donna si apre, prende coscienza del suo corpo, libera la sua parola per confidare al marito ricordi e segreti inconfessabili. A poco a poco in un fiume liberatorio tutti i suoi pensieri diventano voce: incanta, prega, grida e infine ritrova se stessa. L’uomo privo di conoscenza al suo fianco diventa dunque, suo malgrado, la sua “syngué sabour”, la sua pietra paziente, la pietra magica che poniamo davanti a noi stessi per sussurrarle tutti i nostri segreti, le nostre sofferenze… finché non va in frantumi.

◆ LA SICILIANA RIBELLE di Marco Amenta ◆
Rita, una ragazzina di 17 anni, una mattina di novembre del 1991 si presenta al Procuratore di Palermo per vendicare gli assassini del padre e del fratello, entrambi mafiosi. Per la prima volta la figlia di una famiglia mafiosa si ribella apertamente all’Organizzazione, tradizionalmente maschilista. Da quel momento, i giorni di Rita sono contati. Rinnegata e minacciata dal fidanzato, dal suo paese e persino dalla madre, è costretta ad abbandonare la Sicilia e trasferirsi a Roma. Il 26 luglio 1992, Rita si toglie la vita lanciandosi dal settimo piano di via Amelia.Liberamente ispirato ad una storia vera.

 



IL CINEFORUM:
Il cineforum è organizzato dal Circolo cinema OTTOeMEZZO L’associazione è nuova ma le modalità sono le stesse:
● Si proietta un Lunedì ogni 15 giorni (salvo particolari ricorrenze)
● Si apre alle 21:00 e si inizia a proiettare alle 21:30.
● L’ingresso è GRATUITO con tessera FICC ( la tessera ficc viene rilasciata con un contributo di €5, dura un anno solare e permette di accedere gratuitamente a tutte le proiezioni del 2017 e le iniziative del circolo cinema Otto e Mezzo).
●Per accedere a SpzioAnteprima è richiesta la Tessera FENALC dell’associazione Il Tassello con la quale potrete partecipare a tutte le iniziative di SpazioAnteprima e consumare al bar sociale.

realizzato da Buump!

Questo sito utilizza cookies di Google Analytics, cliccando su OK o proseguendo nella navigazione autorizzi l'utilizzo degli stessi. Informativa estesa

1. Cookies Per cookie si intende un file composto da una singola riga di testo che può essere memorizzato temporaneamente sui computer degli utenti web per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito e monitorarne l’ utilizzo. 2. Utilizzo di cookies analytics di Terze Parti. Il sito di SpazioAnteprima si avvale del servizio di Google Analytics che utilizza cookies tecnici e analytics necessari per il proprio funzionamento, vale a dire i seguenti: _utma (durata: 2 anni). Questo cookie è usato per determinare i visitatori unici del nostro sito ed è aggiornato ad ogni visualizzazione di pagina. _utmc (durata;: fine della sessione del browser). Questo cookie non viene più usato dal codice di tracciatura ga.js per determinare lo stato della sessione. Storicamente, questo cookie operava in congiunzione con il cookie _utmb per stabilire se avviare o no una nuova sessione per l’utente. Ancora attivo per la compatibilità retrospettiva. _utmz (durata: 6 mesi). Questo cookie archivia il tipo di riferimento usato dal visitatore per raggiungere il sito, sia con metodo diretto, un link di riferimento, un motore di ricerca, o una campagna pubblicitaria come una pubblicità o un link di un’email. È usato per calcolare il traffico del motore di ricerca, le campagne pubblicitarie e la navigazione della pagina all’interno del sito. _ga (durata: 2 anni). Questo cookie viene utilizzato per distinguere gli utenti unici assegnando un numero generato in modo casuale. E' incluso in ogni pagina del sito e viene utilizzato per creare analisi della navigazione dei visitatori del sito, dei dati di sessione e dei rapporti delle campagne. 4. Scopi I cookies sopra citati sono utilizzati per consentire l’esplorazione efficiente del sito: per determinare la sessione di navigazione e per gestire la visualizzazione del messaggio di informativa sui cookies e relativa scelta del Navigatore. Inoltre, i Dati generati dai cookies sono utilizzati dal Titolare, quale strumento di ausilio per l’attività di analisi e monitoraggio interno sul traffico generato dai Navigatori (accessi e pagine viste, in particolare), e al fine di poter apportare modifiche migliorative in termini di funzionamento, navigazione e di prestazione di eventuali servizi. I cookies di lunga durata sono utilizzati per consentire la facilitazione di navigazione e di fruizione dei servizi sul sito. Consentono al Navigatore, in un secondo accesso, di non dover inserire nuovamente dati come la username per il login. Ci aiutano a raccogliere e analizzare informazioni statistiche anonime a fini statistici e di valutazione per aiutarci a capire come gli utenti utilizzano il sito e ci aiutano a migliorare la struttura del nostro sito. 5. Responsabilità Il Titolare si impegna a utilizzare i Dati generati dai cookies esclusivamente per gli scopi sopra indicati. Il Titolare non risponde del trattamento dei Dati effettuato da Google con il sistema sopra descritto, limitandosi a prendere atto delle assicurazioni fornite dal medesimo, il quale rispetta le disposizioni relative alla protezione dei dati di ‘Safe Harbor Principles’ e partecipa al programma ‘Safe Harbor’ del Ministero Americano del Commercio. I Dati generati dai cookies circa l’utilizzo del Sito da parte del Navigatore (compreso l’indirizzo IP) sono trasmessi e depositati presso i server di Google. Per consultare l'informativa privacy della società Google, relativa al servizio Google Analytics, si consiglia di visitare il sito http://www.google.com/analytics/learn/privacy.html. Per conoscere le norme sulla privacy di Google, si invita a visitare il sito Internet http://www.google.com/intl/it/policies/privacy/. Ferme restando le obbligazioni previste dall'ordinamento nazionale a carico del Titolare, Google in qualità di titolare autonomo del trattamento, è unico ed esclusivo responsabile (civilmente e penalmente) del trattamento dei Dati mediante il suddetto sistema. 6. Rifiuto/disattivazione dei cookies Il Navigatore, per rifiutare l’utilizzo e/o disattivare i cookies di cui sopra deve: quanto ai cookies di Google Analytics, come indicato sul sito di Google al link https://support.google.com/analytics/answer/181881?hl=it, deve procedere alla modificazione della configurazione del proprio browser scaricando il componente aggiuntivo per la disattivazione del JavaScript di Google Analytics (ga.js, analytics.js, dc.js) reperibile al seguente link https://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=it e procedere con la disattivazione secondo le istruzioni date da Google. Il rifiuto/disattivazione dei cookies di Google Analytics non limita in maniera significativa l’usabilità del Sito, tuttavia ostacola il Titolare nel perseguimento degli scopi di cui all’art. 4.

Chiudi